Dario Squilloni

Conferenze

Autunno.gif (6677 byte)

 

dario.jpg (31054 byte)

 

- Torna a Squilloni

La maternitÓ del padre

Secondo Freud (Totem e Tab¨) la societÓ civile si costituisce, in illo tempore, dall'uccisione del padre-despota che, nell'orda "primitiva", vietava ai figli maschi il libero accesso alle femmine e ai beni del gruppo impedendo quindi lo sviluppo della comunitÓ. La dura "legge del padre" costrinse i figli ad un atto di ribellione radicale che li affranc˛ dalla schiavit¨ ma contemporaneamente ingener˛ in loro un senso di colpa dal quale non riusciranno pi¨ a liberarsi.

Questa interessante teoria appare assai adeguata a descrivere aspetti e tensioni dell'attuale "societÓ senza padri", sospinta da un inesausto desiderio di libertÓ e al tempo stesso pervasa da un diffuso sentimento di vuoto e di perdita del senso, dall’ombra del padre.

I1 disagio esistenziale contemporaneo rende necessario un nuovo confronto con l'imago paterna, che si sottragga per˛ al riduttivismo delle categorie razionali e si attui sul pi¨ ampio terreno del linguaggio del simbolo. Un esempio, in questo senso, pu˛ configurarsi a partire dall'analisi di alcune figure del Padre, in episodi dei vangeli, che propongono aspetti ulteriori di questa figura, propri della visione cristiana, in cui l'integrazione di elementi "femminili" produce inedite opportunitÓ trasformative.

Dario Squilloni (Centro Icone)

 

Autunno.gif (6677 byte)